top of page

"Celebrities diventate designers"


L’industria della moda apre le porte ad attrici, cantanti e star della televisione. Molti personaggi dello spettacolo “made in USA” hanno deciso di creare delle collezioni esclusive di abbigliamento, ma non solo.



La prima fu Gwen Stefani, cantante e madre di tre bambini, che nel 2003 creò L.A.M.B, un acronimo per omaggiare il debutto del suo album Love. Angel. Music. Baby. La linea comprende accessori come: borse, orologi, profumi e scarpe, tutti disegnati in linea con lo stile della cantante.

A seguire la sua strada pochi anni dopo furono le due gemelle bionde più famose d’America, Mary- Kate e Ashley Olsen. Nel 2006 lanciarono The Row.


Gwen Stefani, LAMB

Da pop star a fashion designer, è la strada percorsa da Victoria Beckham. La famosa Spice Girl nel 2008 ideò Victoria by Victoria Beckham, mostrata durante la fashion week newyorkese. Da subito riscosse il suc- cesso sperato, tanto che venne aperto un negozio monomarca nel cuore di Londra.


Victoria Beckham, AI 18/19 Womenwear

Ultima, ma non per questo meno impor- tante, è Rihanna che nel 2018 durante la New York Fashion Week, ha creato un vero e proprio spettacolo mostrando la sua col- lezione Savage x Fenty. La linea di abbiglia- mento e lingerie celebra la donna in tutte le sue forme e misure, andando controcorrente ai canoni della moda tradizionale.


Rihanna in una cover del Time

scritto da Eleonora Moneta


Comments


bottom of page