Moda Uomo Fall 2019 report di tendenza



Prada, Balmain, Raf Simons, Louis Vuitton Fall 2019 | Photo: Alessandro Lucioni c/o Gorunway.com | courtesy of Vogue.com ​


La polvere si è finalmente posata. Dopo il terremoto giovanile della stagione primavera/estate 2019, siamo finalmente arrivati ​​ad una certa chiarezza, direzione ed equilibrio. Come scritto nel precedente rapporto sul menswear, infatuare e catturare l'attenzione dei giovani sembrava essere il manifesto della scorsa stagione, lasciando un intero segmento di clienti sartoriali assetati di avere altro. Già a partire dal 2019, la maggior parte delle case ha colto l'occasione per soddisfare l'omissione mentre tentava di avvicinare il concetto di sartoria alla Gen Z. L'autunno/inverno 2019 ha portato con sé vari tentativi di rielaborazione dei suddetti capisaldi della moda uomo, con ovviamente diversi gradi di successo. Attraverso la storia, varie generazioni e decenni, c'è stata una traiettoria evolutiva tracciabile di sartoria, dalla calzata ampia degli anni '50, alla tuta sportiva degli anni '80, alle mute super skinny degli anni 2000. Per un po' non abbiamo ancora avuto la "NUOVA" silhouette, una scoperta che avrebbe plasmato il modo in cui percepiamo la vestizione e come sono fatti i capi. Dato che la Gen. Z è destinata a superare Millennials come la più popolosa del 2019, l'industria della moda potrebbe aver avuto l'occasione perfetta non solo di attrarre i giovani, ma di iniziare a costruire le fondamenta di ciò che diventerà la sartoria, i codici estetici del futuro che ispireranno generazioni a venire.



Marni Fall 2019 | Photo: Filippo Fior c/o Gorunway.com | courtesy of Vogue.com ​

Un designer che è riuscito così a trovare la sua soluzione per questo enigma è stato Marni, Francesco Risso. L'ultima collezione uomo della marca è stata letteralmente una rivolta. Un vero tripudio di energia, colore e angoscia. Francesco l'ha portato in strada attingendo dall'attuale spirito culturale, l'incertezza e l'apprensione, e decise di far luce. Come ha detto il designer: "bambini atipici, stravaganti e non diagnosticabili". L'highlight assoluto è stato il modo in cui si è avvicinato alla progettazione di diversi capi di maglieria, creando un effetto decadente su alcuni dei maglioni, rivelando sotto una stampa leopardata stile Flintstones. La collezione aveva un aspetto grungy pesante, con una dose di cardigan sfocati e sciolti in mohair e pantaloni di pigiama di seta. L'ultima offerta di Francesco è iniziata in modo un po' inconsistente per gli standard del marchio, mentre il look di apertura era un abito oversize color ocra, perfetto per il crescendo psichedelico che ne sarebbe derivato. Stampe nettamente contrastanti, in toni forti e brillanti, sono state abbinate a una tale sicurezza dimostrando perché Marni sta diventando uno spettacolo imperdibile nel circuito della settimana della moda maschile. Tutto sommato, questa presa rinfrescante e direzionale di un uomo Marni ci rende ansiosi di vedere come sarà il prossimo tentativo di Rissi di rovesciare l'establishment.



Celine Fall 2019 | Photo: Filippo Fior c/o Gorunway.com | courtesy of Vogue.com ​

Per la collezione uomo inaugurale del brand, Hedi ha guardato a Londra, negli anni '80 e '60 per essere più precisi, cercando ispirazione in varie sottoculture musicali attraverso le epoche, come la new wave o gli ska boys, nella tipica moda Hedi. I vestiti stessi sono stati una sorta di progresso personale per il designer. Ha spinto più nella sartoria, in diversi tagli, particolarmente evidenti nel modo in cui è andato a disegnare i pantaloni. Skinny fit, la specialità del designer, è stata scambiata per una forma più rilassata, più ampia e affusolata, una forma raramente presente nel suo lavoro precedente. Anche se l'esplorazione di diverse sagome dal designer è stato un passo decisivo nella giusta direzione, non sembrava un passo avanti per l'industria nel suo complesso. Nessuno dovrebbe incolpare Hedi per andare nella sua stessa direzione, poiché ha il pieno diritto di farlo. Vedere diverse sottoculture musicali che vengono sezionate ogni stagione sicuramente sarà una diversa esperienza sensoriale. Solo 5 su 66 look sono stati indossati da persone di colore, una decisione che sembra incredibilmente arcaica soprattutto in confronto a tutti i progressi compiuti nella rappresentazione delle persone di colore, non solo nella moda ma in tutta la cultura pop. Hedi ha una voce, un seguito di culto che è cresciuta costantemente negli ultimi 2 decenni e una capacità innegabile per il fashion design, e speriamo che utilizzi la piattaforma che ha per spingere la moda in avanti, come ha fatto in passato.



From left: Givenchy Fall 2019 courtesy of Givenchy | Dior, Valentino | Photo: Filippo Fior c/o Gorunway.com | courtesy of Vogue.com ​


Altri punti salienti del mese della moda possono essere suddivisi in diverse categorie distinte. Prada e Raf Simons hanno dimostrato ancora una volta perché sono costantemente sui radar di tutti gli insider della moda, offrendo idee complesse e interessanti, realizzate magnificamente di volta in volta. Kim Jones di Dior e Claire Wright Keller di Givenchy hanno finalmente presentato collezioni con un forte senso di identità e direzione del marchio, cose di cui abbiamo disperatamente bisogno oggigiorno. Un'altra sorpresa inaspettata è stata la collaborazione tra Valentino e Undercover, un accordo raggiunto dopo la raccolta pre-fall di Valentino, che ha prodotto stampe apparse in entrambe le presentazioni e un logo VU congiunto, che celebrava l'unione artistica tra i due.


Con le giovani generazioni che lentamente ma costantemente stanno usurpando lo status quo, nuove voci stanno iniziando ad emergere, mostrandoci ciò che i nuovi ragazzi hanno da offrire. Dobbiamo scegliere con attenzione chi modellerà il futuro del settore della moda, ora più che mai, e starà dietro a loro, poiché siamo solo all'inizio di quella che sarà una vera rivoluzione sartoriale.



 

LA MISURA STRETTA





Per un bel po' di tempo, le sagome squadrate hanno dominato le passerelle in tutto il mondo, ma l'inverno 2019 ha portato alla luce una proposta convincente per ciò che potrebbe diventare la vestizione dei giorni nostri. Una silhouette interessante e diritta, che allunga la figura e, se opportunamente proporzionata, potrebbe ottenere un effetto davvero lusinghiero.



 


PUFF UP




Lo streetwear è stata una fonte di rottura e ossessione per i creativi nel settore della moda già da diverse stagioni. Questa infatuazione è stata un po' domata rispetto agli anni precedenti, ma non mostra segni di fermarsi presto. La giacca imbottita, oggetto del momento dello streetwear, è stata portata a dimensioni completamente nuove, presentando una silhouette piuttosto forte.



 

RITORNO ALLE BASI




L'ultima stagione è scesa come una stagione di rielaborazione delle basi di quello che chiamiamo abbigliamento maschile moderno, e cosa c'è di meglio che iniziare dalla pietra miliare della sartoria, il vestito nero. Molti marchi hanno colto l'occasione per rielaborare il classico, offrendo spunti stimolanti con un distinto senso dell'orientamento, rendendo l'amata base del guardaroba maschile ancora fresca e nuova.



 


SCALE DI GRIGIO




Il grigio è stato un elemento fisso nella moda maschile sin dall'inizio della creazione dei capi e, all'inizio del 2019, la cura di un look che esplode in varie tonalità di colore dimostra che questa sfumatura non scomparirà nel prossimo futuro. Questo colore ha mostrato una presenza dominante sulle passerelle con diversi designer che dedicano ad esso una parte sostanziale della loro collezione.



 

IL VIAGGIO NIRVANA




Il grunge ha avuto una presenza costante nella moda femminile attraverso la storia recente, ma l'improvvisa rinascita dello stile nella moda maschile ha preso d'assalto l'intero settore. Vetements, Marni e Celine hanno offerto tendenze incredibilmente forti, con Vetements che ha compiuto un ulteriore sforzo ricreando una maglietta indossata da Kurt Cobain sulla copertina della rivista Rolling Stone.



 


ALZATI E RISPLENDI




Una considerevole quantità di look lucidi e sfarzosi è scesa lungo le passerelle nel mese passato, dandoci una delle direzioni più eccitanti che la moda potesse seguire negli ultimi tempi. L'uso diffuso di materiali riflettenti, a prescindere dai brands, mostra la risonanza del materiale raggiunto con i creativi del settore e, con l'iterazione della tendenza autunno/inverno 2019, non è mai stato più facile da indossare.


A CACCIA



La stampa leopardata ha fatto conoscere a lungo la sua presenza sul circuito della moda maschile, portando un'ondata di energia primitiva e selvaggia alle passerelle di tutto il mondo. La stampa appariscente si trasforma in diverse forme altamente distinte, mostrando la versatilità e l'adattabilità della tendenza, dando vita a pezzi estremamente desiderabili che ti lasceranno sbalordire nei prossimi mesi.


in lingua originale by Djordje Veljkovic


fashion news latest magazine menswear latestman fashion week men fashion week

Paris fashion week Milan fashion week london fashion week NYFW Fall Winter 2019

Gen Z Millennials Marni Francesco Risso Hedi Slimane Celine Prada Raf Simons

Dior Givenchy Claire Weight Keller Valentino Undercover Kim Jones trend trends

silhouette puff jacket basics tight fit greyscale grunge leopard shine glossy Vetements

menstyle