"MFW: Gabriele Colangelo SS20"



all images here by Paolo Lanzi c/o gorunway.com | courtesy of Vogue

Quella di Gabriele Colangelo è stata una collezione primavera-estate 2020 piena di riferimenti alla tecnologia, vista in termini di capacità tecniche e di ricerca approfondita dei materiali che vanno a comporre l’abito.

A proposito di ricerca e ispirazione artistica, da cui sicuramente traspare la sua inclinazione minimal, è interessante la sperimentazione di forme e dimensioni, come ad esempio i tailleur dai tagli geometrici che conferiscono una maggiore tridimensionalità.


L’ispirazione per questa collezione nasce da un particolare processo di stampa fotografica chiamato lumen, attraverso cui la fotografia è sviluppata esponendola alla luce del sole. Tale procedimento ha influito sulla scala colori della collezione, costituiti principalmente da tonalità “distorte, così definite dallo stesso designer; tinture ombré, sfumature color lavanda, grigio metallico e beige.

A produrre ulteriormente quell’effetto distorto, anche i materiali: tessuti jacquard con dettagli elastici, oppure le strisce di pelle tagliate, intrecciate e applicate alle tuniche Cady.


*scorri per guardare i look


words Ludovica Mucci


#LATEST #latestmagazine #GabrieleColangelo #MFW #news #fashion #milanfashionweek #SS20