"MFW: No21 SS20"


All images here by Daniele Oberrauch c/o gorunway.com


Alessandro dell'Acqua ha pensato la sua collezione come un grido di protesta. Al centro del bersaglio i tabù e il bigottismo e l'intolleranza, tutte cose che ancora sopravvivono nella nostra società e che limitano brutalmente la libertà individuale. Perchè perpetrarle? Per sottostare alle regole di chi? In questo percorso il designer si ispira alla Collection du Scandal, by Yves Saint Laurent, così impertinente e sensuale, erotica pur restando elegante. E' una delle collezioni preferite di dell'Acqua, che vorrebbe, con la SS20 di No21, creare uno scompiglio simile a quello di Saint Laurent.




Gli abiti in collezione sono sensuali e giocano con gli spacchi e i drappeggi, scivolano con nonchalance sul corpo e lasciano intravedere ora una spalla, ora una gamba, ora la lingerie sotto il blazer. In questo modo dell'Acqua può mantenere la sua linea stilistica ironica, giocosa e leggera, anche se le sue creazioni sono diventate, nell'ultimo periodo, più elaborate e sartoriali. I volumi sono extra, i materiali sono più rigidi ed eleganti.

Le stampe fiorate rendono l'insieme più fresco e danno alla menswear un tocco dolce e femminile.









Words by Giulia Greco


#LATEST #latestmagazine #fashionweek #Milan #no21 #AlessandroDellAcqua